Texas Hold’em

Il Texas Hold’em

Se da un lato il successo del poker alla texana deriva dall’interesse che i media hanno dimostrato nei confronti di questo gioco, dall’altro possiamo sicuramente dire che l’immediatezza e la semplicità delle sue regole lo hanno reso popolare prima negli Stati Uniti e poi nel resto del mondo. Tuttavia sebbene imparare le regole texas hold’em sia davvero facile, per vincere ci vuole una buona conoscenza delle strategie. A tal proposito proponiamo a tutti quelli che si vogliono avvicinare al Poker Texas Hold’em una breve guida in cui annoveriamo le principali regole e le principali strategie texas hold’em.

Regole Texas Hold’em – la scala dei valori

Prima di imparare la dinamica e le strategie texas hold’em vere e proprie occorre comprendere al meglio la scala dei valori. Per prima cosa, quindi, dovete considerare che la scala dei valori del texas hold’em è pressoché identica a quella del poker tradizionale a cinque carte. Abbiamo detto quasi perché l’unica differenze è che il Full, punteggio che si ottiene con un tris ed una coppia di diverso tipo, vale di più del colore. Per il resto se siete già degli abili giocatori di poker non avrete problemi perché gli altri valori sono identici. Ma entriamo più nel dettaglio e veniamo di analizzare le regole texas hold’em vere e proprie.

Cominciare a giocare

Prima di cominciare a giocare una mano ogni player riceve due carte. In questo momento avviene la prima selezione perché chi avrà un punteggio maggiore sarà più invogliato a continuare ed effettuerà la sua puntata, gli altri getteranno le proprie carte e aspetteranno la mano successiva. Una volta superata questa prima fase, vengono scoperte le carte comunitarie con le quali i giocatori fanno le loro combinazioni. Quindi, per avere il punteggio più alto bisognerà sommare il valore delle due carte con quello visibile sul tavolo, ma non sempre vince chi ha il punteggio più alto. Lo vedremo più avanti nella sezione dedicata alle strategie texas hold’em.

Flop, turn e river

Vediamo adesso come funziona la dinamica del gioco. Le prime tre carte, ovvero il flop, vengono girate tutte insieme. Si tratta del momento in cui i giocatori che hanno deciso di entrare in partita fanno le loro prime combinazioni e di conseguenza le loro considerazioni. In seguito viene girata sul tavolo la quarta carta, il turn, e l’ultima il river. Tuttavia non è detto che si debbano effettuare tutti questi passaggi per concludere una mano, perché un giocatore, in base alle strategie texas hold’em, può decidere di puntare tutto andando in All-in in qualsiasi momento della partita, cosa che consigliamo di fare riflettendo bene.

Modalità torneo e poker cash game

Sebbene il poker cash game sia un gioco che ultimamente ha preso molto piede, la modalità torneo mantiene sempre il suo fascino. A differenza del cash game, infatti, partecipando ad un torneo il giocatore sa quello che perde perché prima di cominciare paga un’iscrizione, senza che le sue singole giocate ricadano sul suo budget. Diversamente, con il cash game, ogni singola giocata può avere ripercussioni sul denaro che possedete e a rigor di logica, a meno che non siate proprio predisposti verso questa variante del gioco, è la modalità più difficile da imparare. A tal proposito una buona conoscenza delle strategie texas hold’em è quello che ci vuole.

I livelli nella modalità torneo

Come abbiamo detto in precedenza giocare nella modalità torneo significa sapere di spendere un numero quantificabile di soldi. Quindi, per consentire l’avanzare di alcuni player piuttosto che altri si gioca con i livelli. Vediamo subito cosa vuol dire. Ai giocatori di mano viene imposto dalle regole di mettere un piccolo buio e un grande buoi, che ha un valore doppio del precedente. In base ai livelli, che a seconda del torneo possono scorrere dopo 30 o 40 minuti, questi valori, possono raddoppiare o aumentare considerevolmente permettendo ai giocatori più forti, ovvero con più chips, di continuare, e a quelli più deboli di venire eliminati.

La variante Omaha e Omaha Li Ho

Una variante davvero molto apprezzata e anche molto divertente del texas hold’em è sicuramente l’Omaha. In questa modalità i giocatori invece di avere due carte ne ricevono ben quattro, ma potranno combinarne con le cinque comunitarie soltanto due. Nell’Omaha Li Ho, invece il tutto viene reso molto più divertente ed intrigante dal fatto che a vincere sono due giocatori, ovvero chi ha la mano più alta e chi ha quella più bassa. Chiaramente le strategie texas hold’em variano e ci sarà un calcolo delle probabilità molto diverso, anche se il gioco è comunque molto divertente e richiama un numero di persone sempre maggiore.

Alcune norme da tener presente

Volete diventare degli abili giocatori di texas hold’em? Allora cominciamo col dire che se da un lato imparare le regole texas hold’em è davvero molto semplice, diventare dei campioni è molto difficile. Alcune srategie texas hold’em possono darvi una mano. All’inizio, infatti, consigliamo di giocare soltanto quando si hanno delle buone carte di partenza, come una coppia, due figure oppure due connector, per esempio 8 e 9, con i quali potrete maggiormente fare una combinazione di scala. Inoltre se siete ultimi o penultimi di mano avrete dei vantaggi in quanto saranno gli altri a parlare per primi e potrete fare le vostre considerazioni a mente lucida.

Conclusioni

Per concludere questa guida sulle strategie texas hold’em e soprattutto sulle regole texas hold’em ci teniamo a dire che prima di diventare dei veri campioni occorre davvero del tempo. Per questo motivo, se avete davvero voglia di allenarvi, giocate prima in modalità flash e soprattutto nei tornei free rool in cui non dovrete pagare un’iscrizione. Detto questo, se considerate il sorprendente sviluppo che il texas hold’em ha avuto nell’ultimo periodo, sappiate che non avrete che l’imbarazzo della scelta. In internet, infatti, troverete le migliori poker room con i migliori bonus e le migliori offerte. E allora buon divertimento con il texas hold’em!

PokerRoomItaliane.it Copyright © 2012